In giugno 2017, per la prima volta nella loro vita, 5 dei ragazzi della Casa del Sorriso, hanno vissuto per una settimana l'esperienza della vacanzina, convivendo senza la famiglia in un appartamento sito in Otranto, sul Lungomare. La settimana nell' appartamento è stata esente da pagamento di affitto, poichè lo stesso appartamento è di propietà di genitori della Casa del Sorriso.
Tutta la settimana è stata strutturata in un'ottica di accompagnamento ad una maggiore autonomia con la presenza e supervisione di adulti che hanno turnato tra mattine, pomeriggi e notti con una media di almeno 2 persone presenti a turno. L'esperienza ha prodotto dei cambiamenti soprattutto relazionali, oltre che di recupero di importanti autonomie.
Da quell'episodio è nata una riflessione fra noi e le famiglie sul tema dell'abitare. Abbiamo così immaginato un appartamento vissuto da sei dei nostri ragazzi, seguiti da persone adulte, nel lasso di tempo fra il pomeriggio, il tardo pomeriggio e l'immediato dopo cena, e anche in alcuni fine settimana comprensivi di 1o 2 notti, con la presenza di almeno una persona di notte, con compiti assistenziali in caso di necessità.
Così, dopo la necessaria ristrutturazione della sede operativa di ICARO, denominata CASA DEL SORRISO, sita in via Piave n. 26, vogliamo proporre una sperimentazione di COMUNITA' ALLOGGIO per persone con disabilità medio-lieve.